Altri eventi a ResPublica

Burbank Poetry Tour + Alghero Poetry Slam

Burbank Poetry Tour + Alghero Poetry Slam

Sabato 21:00 (20 Gennaio)
ResPublica, Alghero

Eventi vicino a ResPublica

Concert del llibre-disc 'Mans manetes' a l'Alguer
Musica

Concert del llibre-disc "Mans manetes" a l'Alguer

Sabato 18:00 (20 Gennaio)
Teatro Civico di Alghero, Alghero

Jester of Jazz. Filomena Campus Quartet

Jester of Jazz. Filomena Campus Quartet

Sabato 21:00 (27 Gennaio)
Teatro Civico di Alghero, Alghero

PSS PSS di e con Camilla Pessi e Simone Fassari

PSS PSS di e con Camilla Pessi e Simone Fassari

Sabato 21:00 (03 Febbraio)
Teatro Civico di Alghero, Alghero

Una sera con Lucio - Omaggio a Lucio Battisti - FTN al Miramare

Una sera con Lucio - Omaggio a Lucio Battisti - FTN al Miramare

Venerdì 22:00 (19 Gennaio)
Miramare Gastro & Music Pub, Alghero

Special jazz event Fratello Joseph family affair

Special jazz event Fratello Joseph family affair

Venerdì 22:30 (26 Gennaio)
Poco Loco Alghero, Alghero

DRONES Live@ ARCAFÈ - Alghero
Musica

DRONES Live@ ARCAFÈ - Alghero

Venerdì 23:00 (19 Gennaio)
L'Arcafè Alghero, Alghero

Costellazioni Familiari e Spirituali - Alghero

Costellazioni Familiari e Spirituali - Alghero

Domenica 09:00 (28 Gennaio)
Libreria Il Manoscritto, Alghero

José Sechi@Alguer Caffé - Alghero (SS)

José Sechi@Alguer Caffé - Alghero (SS)

Sabato 21:30 (20 Gennaio)
Alguer Caffe, Alghero


Presentazione del libro ''Fare di tutta l'erba un fascio''

Presentazione del libro ''Fare di tutta l'erba un fascio''


Quando?

Inizio: Domenica 18:30 (14 Gennaio)
Fine: Domenica 20:30 (14 Gennaio)

Dove?

ResPublica
Via Simon (anche Piazza Pino Piras), Alghero

Descrizione

Afshin Kaveh presenterà' a Res Publica (ex caserma di Via Simon) il suo primo saggio edito dalla cooperativa editoriale Sensibili alle foglie.
Il Collettivo Studentesco Alghero - CSA introdurrà' l'argomento e l'autore.

'' Numerose figure sociali fanno a gara per spendere abilmente mille parole e ipocrisie, coricandosi sul mito del drogato. Facendo abilmente di tutta l'erba un fascio ci si dimentica che, prima di tutto si dovrebbe liberare la droga stessa dalla sua rappresentazione all'interno dell'immaginario creato dalla società delle dipendenze, degli spettacoli e dei consumi. Disintossicarsi, certo, ma dalle logiche neomoderne di una data sovrastruttura sociale e politica che continua a fare della droga non solo la merce col più alto tasso di plusvalore in assoluto, ma anche una delle merci col più alto contenuto di ideologie, immagini e spettacoli. Una divinità coercitiva, annichilente e assuefacente, non per la sostanza di cui è fatta, essenzialmente di futile qualità e misero valore, ma piuttosto per la spettacolarizzazione di ciò che riveste e rappresenta: un rapporto funzionale nel ruolo autoritario del dominio politico e del controllo sociale. Questo saggio, di impronta situazionista, propone una chiave di lettura che, in prospettiva, possa destituire, decostruire, demistificare, demitizzare e svestire la droga dalla rappresentazione datale all'interno dei gangli vitali del capitale. ''