Eventi vicino a Volume - dischi e libri

Street food , sapori e profumi dalla strada, Ape Cesare

Street food , sapori e profumi dalla strada, Ape Cesare

Giovedi 19:30 (23 Novembre)
Nuvole in cantina, Milan

Col cuore si arriva ovunque - 2° raduno d'inverno

Col cuore si arriva ovunque - 2° raduno d'inverno

Domenica 11:00 (03 Dicembre)
La Balera Dell'ortica, Milan

Garage Market delle Gemelle & Festa delle Castagne

Garage Market delle Gemelle & Festa delle Castagne

Domenica 12:00 (26 Novembre)
La Balera Dell'ortica, Milan

Cuartero // Hector Couto, Stefano Di Miceli

Cuartero // Hector Couto, Stefano Di Miceli

Giovedi 23:30 (07 Dicembre)
AMNESIA milano, Milan

Nameless Records XMas Party - Special Guest: REZZ

Nameless Records XMas Party - Special Guest: REZZ

Mercoledì 21:00 (06 Dicembre)
AMNESIA milano, Milan

Solardo Sessions Milan + Frank Storm

Solardo Sessions Milan + Frank Storm

Sabato 23:00 (20 Gennaio)
AMNESIA milano, Milan

Cuartero // Hector Couto, Stefano Di Miceli

Cuartero // Hector Couto, Stefano Di Miceli

Giovedi 23:00 (07 Dicembre)
AMNESIA milano, Milan

• Marco Faraone, Melandra Jr, Da Vid

• Marco Faraone, Melandra Jr, Da Vid

Sabato 23:00 (25 Novembre)
AMNESIA milano, Milan


Gordon Ashworth /// VOLUM E

Gordon Ashworth /// VOLUM E


Quando?

Inizio: Mercoledì 19:30 (25 Ottobre)
Fine: Mercoledì 21:00 (25 Ottobre)

Dove?

Volume - dischi e libri
Via Paladini 8, Milan

Descrizione

A due anni (pressochè esatti) di distanza dall'ultima volta, torna a Milano il turbinio sonoro di Gordon Ashworth. Abbandonatevi e fatevi trascinare.

_ mercoledì 25 ottobre 017, ore 19

VOLUM E e TRoK! proudly presentano:

GORDON ASHWORTH [acoustic tape collage | portland, usa]

> gordonashworth.bandcamp.com/

Gordon Ashworth è un musicista americano dedito alla composizione astratta per strumenti a corda, field recordings e nastri magnetici. Sin dal 2002 è fortemente coinvolto nella musica underground e sperimentale tramite un gran numero di pubblicazioni di drone, noise, folk e musique concrete a nome Concert, Oscillating Innards, CAEN, Riverbed Mausoleum, o semplicemente Gordon Ashworth. Ha calcato migliaia di palchi in oltre 25 paesi, con i propri progetti con la band black/death metal Knelt Rote.

Il concerto di Gordon Ashworth è caratterizzato dalla manipolazione di strumenti elettroacustici e folk. I suoi field recordings sono curatissimi documenti di esperienze di viaggio, che il suo lavoro di tassista ha accentuato secondo il paradossale paradigma dello svolgere un pericoloso lavoro notturno per poter sopravvivere come artista. La sua è una performance in grado di trasformare lo spazio in un intensa atmosfera sonora che riesce a ricreare diversi paesaggi allo stesso tempo; un luogo indefinito tra vita privata e sociale, tra bellezza musicale e bruttezza umana, un grande cuore e una mente complicata.
Il suo album di debutto, “S.T.L.A.” (2011), è una profonda esplorazione dei fondamenti del folk americano, della musique concrete, della musica contemporanea e del noise più astratto.

Gordon è il fondatore della cassette label Iatrogenesis, dell'archivio vinilico Olvido (in collaborazione con il mitico Mississippi Records), e ha una sua trasmissione sulla community radio KBOO.

Gordon Ashworth vive e lavora a Portland, Oregon; questo tour autunnale, concentrato su Italia e Svizzera, è dedicato al progressivo sviluppo della performance "Driver / Passenger", proposta insieme ad altri lavori personali.

> olvidorecords.com/gordon-ashworth
> gordonashworth.bandcamp.com/
> iatrogenesis.bandcamp.com

"S.T.L.A. showcases Ashworth at his absolute best, pressing dense compositions through a unique prism that straddles the line between melodic and abstract." - Brad Rose (Digitalis)

"Although utilizing lonesome night-time field recordings made in Europe in 2010, S.T.L.A. feels like the Oregon noise polymath's American vernacular album, tinder-dry fragments of piano, guitar, banjo and voices restyled into smoking pyres of layered distortion; the sound of a forsaken new Appalachia, in the wake of some great leveling." - MOJO Magazine, April 2014 (four stars)

"This temperance for moodswings doesn’t perturb Ashworth of stretching out the dissonance into flurries of soft/hard sound, an acute distinguishing factor from his contemporaries (...) He really knows how to revel in his own noise, but luckily for us it’s excellent, sought noise. This could end up being one of my LPs of the year." - Fluid Radio

"...The boundaries are non-existent and Ashworth reins everything together with precision, old Americana & musique concrète alongside blurred drone & modern classical, everything all at once and pared down to the barest intimate impression of reality (...) this record is utterly fantastic, gorgeous in every way." - Anti-gravity Bunny