Genesis DAY 4

Genesis DAY 4


Quando?

Inizio: Venerdì 18:00 (20 Luglio)
Fine: Lunedi 00:00 (23 Luglio)

Descrizione

Le origini del Genesis Day
L'Italia è stato il primo paese a decretare il successo dei Genesis, nei primi anni '70. Questo ha creato tra la band ed il nostro Paese un indissolubile rapporto di affetto, che rivive ancora oggi nell'entusiasmo con cui i fans accolgono i concerti delle diverse “Tribute Band” su tutto il territorio nazionale, accorrendo da ogni dove per assistervi. Ogni band ha un suo pubblico di affezionati, che la segue abitualmente nei concerti, nel quale si condivide la passione per i Genesis. Nascono così primi gruppi Facebook con cui i fans si tengono in contatto fra loro e condividono on-line le proprie passioni. Grazie ai Social prende forma, nei fans, l'idea di organizzare un raduno in una cittadina del centro Italia, così da essere equidistante un po' da tutti, abbinandoci per l'occasione anche dei concerti di Tribute Band italiane. Questo primo incontro avviene in un bellissimo borgo dell'Umbria: Bevagna , il 19 settembre del 2015 e viene battezzato Genesis Day .
A Bevagna suonano fin dal primo pomeriggio: Francesco Gazzarra - Rivisitazione dei Genesis per Piano solo, Real Dream , Dusk e B@nd , Anyway e special guest: Bernardo Lanzetti (ex cantante della PFM); E' un grandissimo successo di presenze, al punto che si decide di ripetere l'esperienza anche nell'anno successivo ad Assisi l' 1 e 2 Luglio , in cui suonano i: Van Wagner , Dancing Knight , Supper's Ready, D.I.Y Peter Gabriel Tribute Band , special guest: Armando Gallo (primo fotografo ufficiale dei Genesis ) e Richard Macphail soprannominato “il sesto Genesis” nonché Ex Road Menager dei Genesis.
Nel 2017, dall'incontro con la Proloco di Nocera Umbra, il Genesis Day diventa una TRE GIORNI in cui si vive totalmente immersi nella musica Genesis. Gil artisti che si avvicendano sono: GGP - Genesis Guitar Project con una rivisitazione del repertorio della band britannica, in un quartetto di chitarre acustiche e voci, a seguire le band dei Mad Men Moon di Napoli, Get'em out di Milano e gli Estro di Roma. Tutti i concerti sono completamente gratuiti.

Dov'è Nocera Umbra e perché
Nocera Umbra è un paese nel cuore dell'Umbria, conosciuto come la “città delle acque”, famosa per il suo “ campanaccio ” (torre campanaria) simbolo e orgoglio del paese e per le numerose sorgenti con grandi proprietà curative note fin dai tempi dei Romani. Fino al 1997 questo paese aveva sviluppato economicamente un ottimo impianto, sia turistico che siderurgico, con fabbriche che davano lavoro ad oltre 5.000 persone. E' poi la patria di molti prodotti enogastronomici tipici di questa regione, come il tartufo nero, la birra artigianale “San Biagio” e "le Canapaie" a base di canapa (il cui ingrediente principale, lo ricordiamo, è l'acqua, che Nocera ha in abbondanza e di grandissima qualità); inoltre quest'ultima produce farine, pasta e olio e altri derivati della canapa; allevamenti di Chianina5R e allevamenti suini con annessa la norcineria.

Nocera Umbra aveva anche un turismo estivo di tutto rispetto, essendo una delle mete preferite dai cittadini romani e non, che fuggivano dal caldo estivo della metropoli per rigenerarsi tra la natura e l'aria pulita delle colline nocerine.

Purtroppo il grave sisma del 1997 mise seriamente in ginocchio tutta l'economia di questa area geografica, procurando la chiusura di molte fabbriche, inclusi i settori indotti ad esse connesse. Per poter ricostruire le case ed il paese ci sono voluti 20 anni, ma lo squarcio creato dal terremoto è una ferita ancora aperta, alla quale tutta la comunità stenta a trovare rimedio, visto anche il periodo difficile che tutto il paese sta vivendo. Nonostante oggi Nocera sia completamente ricostruita e tornata al vecchio splendore, si è reso ancor più evidente quanto sia necessario rimettere in moto l'economia del paese. Creare palinsesti di eventi estivi, stimolare il turismo e tornare a godere di tutte le eccellenze che questa piccola comunità ha da offrire.

Finalità dell'evento
L'evento del Genesis Day ha l'ambizione di volersi proporre come il motore che possa contribuire a rimettere in moto le ambizioni e le velleità di Nocera Umbra e dei suoi abitanti. Promuovere il territorio, promuovere l'enogastronomia, far conoscere la propria storia e la propria arte, passando per la promozione della musica Genesis e di tutti quelli che la amano, è stata l'idea che ha dato un nuovo impulso al GDAY2018 .Dall'incontro dei Fans dei Genesis, con la Proloco Nocera Umbra, è nata così l'ambizione di andare oltre, lanciare una sfida..., alzare, come si suol dire, “l'asticella organizzativa” per quello che è stato, fino ad ora, il palinsesto artistico. Quest'anno, sono stati inseriti nel calendario del GDAY 2018 in data previsto il 20-21-22 Luglio , il cantante dell'ultimo periodo discografico dei Genesis, nell'Unica Tappa Italiana del suo TOUR EUROPEO 2018, RAY WILSON (accompagnato dalla band Notturno Concertante ), che ringraziamo fortemente per avere accettato l'invito e sposato l'idea e lo spirito che l'ha generata.
​Inoltre a conferma della veste internazionale che caratterizza l'evento di quest'anno, ci saranno i JAZZNESIS (Jaume Vilaseca Quartet) di Barcellona, i CARPET CRAWLERS di Liverpool, e gli italianissimi GABRIEL KNIGHT. E non è ancora tutto: nell'ultimo giorno del Gday ci sarà Richard Macphail che presenterà il suo ultimo libro sui Genesis.

Ci saranno convenzioni con strutture turistiche per il pernottamento, gite ai musei del paese, degustazioni dei prodotti enogastronomici del territorio; sarà una TRE GIORNI totalmente dedicata alla musica dei GENESIS e alla riscoperta della cultura e della cucina umbra.

Ultima, ma non meno importante e per noi ricorrente (lo facciamo sin dalla prima edizione del Genesis Day), è la scelta di donare parte del ricavato all' AISM di Foligno, per poter aiutare in modo concreto anche chi è meno fortunato di noi.

Concludendo:

Partecipare al Genesis Day significa potersi regalare un week-end all'insegna della migliore musica, del buon cibo e del relax nel cuore dell'Umbria, il tutto aiutando e promuovendo attivamente tutto il tessuto sociale e turistico del territorio.
Si ricorda che i concerti sono ad ingresso libero e totalmente gratuiti.
Come si può perdere una simile occasione?