Eventi vicino a Casa della Memoria Milano

7° compleanno Milanoskating

7° compleanno Milanoskating

Martedì 21:00 (22 Maggio)
Milanoskating, Milan

Mangia Tornanti - Guida sicura e dinamica in Veneto

Mangia Tornanti - Guida sicura e dinamica in Veneto

Sabato 09:00 (09 Giugno)
Safe Ride Experience, Milan

Mangia Tornanti - Guida sicura e dinamica in Veneto

Mangia Tornanti - Guida sicura e dinamica in Veneto

Sabato 09:00 (14 Luglio)
Safe Ride Experience, Milan

Forum della Comunicazione 2018

Forum della Comunicazione 2018

Giovedi 09:00 (07 Giugno)
Palazzo Lombardia, Milan

Stati Generali delle Cure Palliative in Lombardia

Stati Generali delle Cure Palliative in Lombardia

Martedì 12:00 (22 Maggio)
Auditorium Giovanni Testori - Palazzo Lombardia, Milan

Carbonara Festival sbarca in Piazza Lombardia a Milano
Festival

Carbonara Festival sbarca in Piazza Lombardia a Milano

Giovedi 18:00 (03 Maggio)
Piazza Città di Lombardia, Milan

FIM Prog On

FIM Prog On

Sabato 20:00 (02 Giugno)
FIM Fiera della Musica, Milan

Deus Swank Rally Legends

Deus Swank Rally Legends

Sabato 09:00 (28 Aprile)
Deus Ex Machina Italy, Milan


CILE. Pablo Neruda: cantare la storia, cantare la vita

CILE. Pablo Neruda: cantare la storia, cantare la vita


Quando?

Inizio: Giovedi 18:00 (19 Aprile)
Fine: Giovedi 19:30 (19 Aprile)

Dove?

Casa della Memoria Milano
Federico Confalonieri 14, Milan

Descrizione

giovedì 19 aprile ore 18
Casa della Memoria
Via Federico Confalonieri 14 (Municipio 9)
CILE. Pablo Neruda: cantare la storia, cantare la vita
Recital di Milton Fernàndez (voce recitante) e Angel Galzerano (chitarra e canto)
a cura di Associazione MilanoFestivaLetteratura

Quinto incontro del ciclo
"Capolavori dal Mondo
incontri letterari nei 9 Municipi"
a cura delle associazioni delle comunità internazionali presenti a Milano

Un progetto promosso da
Ufficio Reti e Cooperazione Culturale del Comune di Milano
in collaborazione con Forum della Città Mondo

_____________

Le donne, la poesia e l’impegno politico nell’opera di uno dei più grandi poeti di tutti i tempi. I suoi suoni appena accennati, nella piovosa Temuco, che diventeranno la voce di un intero continente; i dubbi, i timori e le contraddizioni, i viaggi, la malattia mortale di un mondo che sentiva suo, la sonora solitudine dei suoi ultimi giorni a Isla Negra.
Poeta tra i poeti, Pablo Neruda appare come impregnato di America, dell’aria sferzante delle Ande e delle tempeste oceaniche, delle sconfinate praterie, dei venti, del linguaggio che incalza, accumula, enumera; lontano dalla preziosità da mosaico della lirica novecentesca. Un uomo-poeta fraterno, carnale, corale come pochi prima di lui. L’abbraccio fremente di un linguaggio universale, che parla a ciascuno di noi. Che continua a farlo. La voce di un mondo, il nostro, da ascoltare con la pelle.

#capolavoridalmondo